A spasso per il... MaroccoHomepage


1 - Cosa vedere
       Le città principali
       Le bellezze naturali
       Le altre attrazioni

2 - Informazioni utili
       Quando e come andare
       Trasporti, Sicurezza, Vaccinazioni
       Documenti, Moneta, Telefono, etc.

3 - Dove mangiare e dormire
       Consigli per i pasti
       Assaggiando la cucina marocchina
       Consigli per il pernottamento

4 - Alcune mete consigliate
       La capitale Rabat
       Marrakech
       La Valle delle Casbah

L



"C
on le sue moschee, i mercati brulicanti di persone, i giardini delle città imperiali, le pittoresche casbah, i caratteristici villaggi locali, le maestose montagne dell'Atlante, il deserto del Sahara, gli insediamenti nomadi berberi, il Marocco offre al turista una vacanza indimenticabile."  


1- Cosa vedere: idee per un itinerario

Le città principali. Se preferite il trambusto delle città alla solitudine silenziosa della natura, oltre alla capitale Rabat il Marocco ha diverse grandi città da esplorare: Casablanca, Marrakech, Fez sono senza dubbio tra le principali. Casablanca è la più famosa di tutte le città marocchine grazie all'omonimo film di Humphrey Bogart. Grande e moderna, è rinomata per le sue spiagge e la vita notturna. Qui non dimenticate di visitare il Palazzo Reale e la Grande Moschea, così come la moschea Hassan II, una delle moschee del Marocco in cui può entrare anche chi non è musulmano: potrete così ammirare, insieme con gli splendidi arredamenti e le piastrelle, i lampadari in vetro veneziano, le pareti in gesso scolpito ed i ricchi tappeti, nonché un soffitto dipinto abbagliante. Circa 200 chilometri a sud-est di Casablanca, nell'entroterra del Paese, si trova la città di Marrakech, adagiata ai piedi delle montagne dell'Atlante. Si tratta di una città esotica e commerciale, il cui cuore è la piazza Djemaa el Fna, che vi delizierà con i suoi molti mercati che vendono di tutto (dalle spremute di arancia alle teste di scimimia), gli incantatori di serpenti, i cantastorie, le moschee e le antiche tombe, nonché la sorprendente architettura dei palazzi. Appena a otto ore di distanza da Marrakech si trova Fez, considerata la capitale spirituale e culturale del Marocco. La sua medina è la più grande e più antica città medievale nel mondo, ed è stata dichiarata patrimonio mondiale dall'Unesco. In questa città potrete vedere il meglio dell'artigianato locale al souk (mercato), situato nel cuore della medina stessa. Per una veduta panoramica di tutta Fez, si consiglia una visita a Borj Sud, il rudere di una fortezza situata in cima ad una collina appena a sud della medina. Agadir, invece, è molto diversa da qualsiasi altra città del Marocco per la cultura e l'architettura dal resto del paese: è una città vivace composta da strade larghe e diritte, case basse e minimaliste, con gli alberghi che si trovano tra la città e la spiaggia, che è semplicemente spettacolare. Infine Meknes, capitale ismailita fondata nell'11° secolo, è una vecchia città famosa, oltre che per le olive ed i frutti deliziosi delle sue fattorie, per i suoi monumenti, quali il palazzo Dar Lmakhzen, la Moschea, le tombe, etc.

L

Le bellezze naturali. Il Marocco è un'importante meta per gli amanti del trekking, avendo la più ampia pianura e le montagne più alte del Nord Africa. Inoltre, la catena montuosa dell'Atlante è ben più lunga delle Alpi europee, con un'estensione di circa 1.500 chilometri, per cui potrete trascorrere mesi ad esplorare queste montagne. Lungo i loro sentieri scoscesi il trekkista troverà tortuosi torrenti, fiumi, fertili vallate, gole bellissime, vette, canyon profondi ed antichi villaggi berberiPotrete effettuare il trek sotto forma di una lunga escursione con soste presso case lungo il cammino, dove potrete conoscere la gente del posto, allegra e amichevole, e l'autentica vita locale; oppure fare base in una casa berbera e da qui muovervi per brevi escursioni giornaliere. Gli escursionisti fai-da-te possono trovare persone locali disposte a fare da portatori del proprio bagaglio e da guide, e si possono anche noleggiare muli per trasportare le attrezzature. Uno dei trekking più popolari è la salita del Jebel Toubkal (4.167 m), la vetta più alta del Nord Africa, a partire dall'idilliaco villaggio berbero di Imlil, altri trek invece partono da Marrakech. Si possono inoltre visitare le cascate di Ouzoud, vicino al villaggio di Tanaghmeilt, circa 150 km a nord-est di Marrakech, nella regione del Grande Atlante: una serie di cascate che cadono su più livelli, con un effetto spettacolare, nella verde valle sottostante, costituendo le più belle cascate del Nord Africa e una delle maggiori attrazioni della zona. Una possibile alternativa al trekking a piedi è quello su cammello, anche se non è adatto per i deboli di cuore o di stomaco: si può far finta di essere Lawrence d'Arabia e affrontare l'oceano di sabbia almeno per un giorno - o anche più - essendo abbastanza a buon mercato con un po' di trattative. Potrete quindi fare eccitanti escursioni in cammello di vari giorni del deserto del Sahara trascorrendo le notti tra le dune di sabbia (in particolare, Merzouga ha le dune di sabbia più alte e spettacolari del Paese). Queste carovane possono essere organizzate in tutta la regione del Sahara nel sud-ovest del Marocco. 

L

Le altre attrazioni. Il grande deserto del Sahara ha un fascino notevole per chi cerca "una volta nella vita" un viaggio avventuroso in uno dei luoghi più spettacolari del mondo. Potete dunque considerare l'idea di organizzare un "safari", con un fuoristrada 4x4, tra le piste e le oasi del deserto, un'esperienza che rimarrà nella vostra memoria per sempre. Potete partire da Marrakech o da OuarzazateInoltre, potrete guidare attraverso la Valle delle casbah, che si estende attraverso la valle del Dades, tra Ouarzazate e Tineghir, dove rimarrete stregati dalla moltitudine di casbah che si estendono su tutta la valle con un assortimento di pittoreschi villaggi, palme ombrose e lussureggianti ed un paesaggio mozzafiato. Qui ci sono una varietà di luoghi da visitare, come ad esempio il celebre giardino di rose di El Kalaa des M'gouna o il lussureggiante ambiente di palme e ulivi della valle del fiume Todray. Gli abitanti della Valle delle Casbah sono molti ospitali, e per pochi spiccioli potrete visitare una delle loro case o addirittura assaggiare il couscous o bere un tè alla menta con loro. Un'altra esperienza sicuramente meno avventurosa che il turista può fare in Marocco è visitare un tradizionale hammam: si tratta di terme pubbliche che si trovano in ogni città, con spazi separati per uomini e donne, dove potrete fare un bagno turco e terminare con un massaggio rilassante e rigenerante fatto con olii essenziali. In Marocco si possono, inoltre, praticare molti sport: rafting, mountain bike, golf, sci, alpinismo e passeggiate a cavallo, mentre sulle coste dell'Atlantico potrete dedicarvi soprattutto agli sport acquatici, come nuoto, surf, windsurf, etc. Per chi ama dunque il mare e anche prendere un po' di sole sulla spiaggia, i posti migliori in cui praticare queste attività sono in vicinanza delle calette di sabbia di Agadir e Oualidia. Infine, se amate la musica, sappiate che a luglio si svolge il Festival delle Arti Popolari di Marrakech e il Festival Mondiale di Musica Sacra di Fes.






2- Informazioni utili

Quando e come andare. L'alta stagione turistica in Marocco è a luglio e agosto. Se si vuole evitare la folla e il caldo, è bene fare il proprio viaggio prima o dopo questo periodo. Altrimenti, assicuratevi di effettuare le vostre prenotazioni degli hotel in anticipo, soprattutto per le località situate lungo le coste. Potrebbe inoltre essere opportuno evitare il periodo del Ramadan (il mese tradizionale del digiuno musulmano, festività la cui data segue il calendario lunare islamico), in quanto alcuni ristoranti e bar hanno un orario di lavoro ridotto. Il Marocco ha un clima molto vario, e spazia dalle vette innevate fino alle cocenti dune del deserto. Grazie alle sue montagne, all'influenza dell'Atlantico, il clima è perfetto - da qualche parte del Paese - in qualsiasi momento dell'anno. Il Marocco è nel suo massimo splendore in primavera (da metà marzo a maggio), quando appare lussureggiante e verde, seguita dall'autunno (da settembre a novembre), quando il caldo dell'estate si è attenuato. Non bisogna inoltre sottovalutare i valori estremi raggiunti dalle temperature estive e invernali, in particolare nell'Alto Atlante, dove persistono cime innevate da novembre a luglio. Se viaggiate in inverno, dirigetevi verso il Sud, anche se dovrete essere preparati a notti fredde. La costa nord e le montagne del Rif sono spesso umide e nuvolose in inverno e primavera. Per il periodo tra ottobre fino ad aprile, una buona meta di soggiorno è Taroudant, la città più calda in Marocco in quei mesi. Essaouira è il luogo ideale in qualsiasi periodo dell'anno. Marrakech e Fez hanno un clima più estremo, essendo più all'interno, per cui necessitano di aria condizionata in estate e di riscaldamento in pieno inverno. Nel profondo sud, nella zona di Ouarzazate e oltre, dove si trovano le enormi dune del Sahara, è meglio andare in primavera e in autunno, mentre è decisamente troppo caldo in piena estate. Il modo più semplice (circa 3 ore di viaggio) e utilizzato per raggiungere il Marocco dal nostro Paese è l'aereo. La Royal Air Maroc, la compagnia di bandiera marocchina, effettua voli diretti da Roma, Milano o Bologna per Casablanca, cui si aggiungono gli altri voli dall'Italia verso Marrakech e Agadir di Alitalia, Neos Air, Jet4you, etc.

l-àl

Trasporti, Sicurezza, Vaccinazioni. Se si desidera portare con sé la propria vettura o una motocicletta, è necessario disporre dei documenti di immatricolazione del veicolo, dell'assicurazione e della Carta Verde, oltre che della propria patente (non serve quella internazionale), ma ve lo sconsigliamo poiché il traffico è particolarmente caotico e la guida pericolosa (numero di incidenti mortali tra i più alti al mondo), oltre alle "multe facili" fatte in modo selettivo alle auto straniere o a noleggio. Per chi si muove senza mezzi propri, in Marocco presso le stazioni ferroviarie e degli autobus c'è sempre un confortevole "taxi collettivo" pronto a trasportarvi da una località all'altra in modo rapido ed efficiente: è solo questione di aspettare una mezz'ora finché la gente non basta a riempire il taxi. Gli autobus pubblici ed i treni - che qui sono meglio degli autobus - sono più economici, anche se significa viaggiare in modo molto più lento. Il trasporto in autobus collega in modo capillare le varie località con corse plurigiornaliere di cui si contratta il prezzo..La rete ferroviaria è tra le più moderne dell'Africa. Per quanto riguarda la sicurezza, i piccoli crimini come scippi e borseggi sono possibili, per cui occorre stare attenti, soprattutto se si viaggia da soli in aree desertiche; comunque si tratta in generale di un Paese abbastanza sicuro, in cui rapine e furti sono relativamente rari. Occorre inoltre tenere presente che il Marocco è un Paese musulmano, per cui i turisti devono attenersi a certe norme e costumi. Le donne devono essere vestite in modo semplice, coprire le proprie braccia e gambe fuori dalle aree balneari. La legge marocchina, inoltre, non ha alcuna tolleranza per il consumo di droghe. Per quanto riguarda infine la salute, non vi sono seri rischi per i visitatori e non sono necessarie vaccinazioni. Meglio portarsi con sé, tuttavia, gli eventuali medicinali per uso personale di cui si può aver bisogno e un antisettico intestinale, nonchè compresse antinfluenzali ed antibiotici, tenendo conto che non è facile trovarli sul posto mentre è probabile soffrire di diarrea e di disturbi intestinali con il cibo e l'acqua localiSi consiglia infine di portare occhiali da sole, creme solari ed una pomata per le punture degli insetti.

L

Documenti, Moneta, Telefono, etc.  Poiché per andare in Marocco vi sono controlli di frontiera qualsiasi mezzo di trasporto utilizziate, per recarsi in questo Paese per un soggiorno massimo di 3 mesi occorre essere muniti di un passaporto valido per 6 mesi dalla data di ingresso nel Paese, mentre il visto non è necessario. Viene accettata la carta di identità valida per l´espatrio solo se si viaggia con un tour organizzato. I bambini devono essere in possesso del proprio passaporto, ma qualora viaggino con uno dei genitori, possono viaggiare con il passaporto del genitore che li accompagna. E' sempre consigliabile stipulare un'assicurazione sanitaria prima della partenza, anche se il livello sanitario è buono, poiché i trattamenti medici sono molto costosi e devono essere pagati in anticipo. Poiché la moneta ufficiale utilizzata in Marocco è il Dirham (circa 0,1 euro) ed è assolutamente vietato importare o esportare valuta marocchina, dovrete cambiare la vostra valuta oppure prelevare la valuta locale direttamente agli sportelli Bancomat delle banche che troverete sul posto, anche se l'euro viene accettato in molti negozi. Le carte di credito sono accettate quasi ovunque, mentre le banche sono aperte dal lunedì al venerdì con orario 8,30-11,30 e 14,30-17 in inverno e 8-15,30 in estate. Per telefonare dal Marocco in Italia bisogna comporre +0039 seguito dal numero che si desidera chiamare, mentre per telefonare dall'Italia in Marocco bisogna digitare +00212 seguito dal numero telefonico senza lo "0" iniziale. Per chiamare in Italia, risulta conveniente usare una scheda telefonica prepagata, acquistabile presso un qualsiasi tabaccaio. Non vi sono problemi ad usare il cellulare, purché il telefonino sia abilitato dal vostro gestore telefonico al roaming internazionale. Per collegarvi a Internet, potete usare gli Internet cafè, che sono relativamente diffusi, un po' meno nel sud del Paese. Il voltaggio della corrente in Marocco è di 110 V in alcune zone e 220 V in altre, ma le prese di corrente sono come le nostre a due poli, quindi per utilizzare una semplice apparecchiatura come un caricabatterie o un qualche apparecchio elettronico non occorre alcun adattatore, mentre il fuso orario è un'ora indietro rispetto all'Italia




3- Dove mangiare e dormire
L

Consigli per i pasti. Come succede per tutte le cucine internazionali, vi è una differenza tra il mangiare cibo marocchino in Italia rispetto a mangiarlo in Marocco. Inoltre, qui le porzioni sono gigantesche: direi che una porzione marocchina per noi italiani può bastare per 2 persone. Non vi vergognate quindi di lasciare del cibo nel piatto, anche perché non va sprecato: tutto il cibo avanzato viene infatti dato al personale del ristorante e alle loro famiglie. Tutti dovrebbero provare un pasto tradizionale marocchino. Tuttavia, aspettate un giorno o due prima di farlo. Il pranzo tradizionale marocchino inizia di solito con una pletora di piccoli piatti molto gustosi di olive, peperoni verdi, melanzane, passata di pomodoro, carote, sottaceti, e altro ancora. Poi vengono serviti stinco di agnello, pollo, cous cous, il dolce piadina marocchino, e infine caffè o tè. Quando chiedete al vostro hotel un ristorante da raccomandarvi, il 90% delle volte vi sarà consigliato un ristorante con un simile menù fisso marocchino. Se non avete lo stomaco per questo tipo di "festa" culinaria, chiedete un ristorante internazionale con il menù a-la-carte in cui servano cibo europeo, così potrete scegliere ciò che volete. Marrakech offre un sacco di scelta da questo punto di vista. Uno dei problemi della cucina marocchina è tuttavia la sua scarsa varietà, perciò rischiate seriamente di mangiare le stesse cose ogni giorno se andate più volte in un ristorante tradizionale marocchino. Ad ogni modo, il couscous con souvlaki, spesso servito con carne e verdura, è il piatto marocchino più adatto per il turista poco avventuroso. Come sempre in Africa, si deve stare attenti a ciò che si beve e si mangia in modo da evitare disturbi di stomaco. Comprare cibo da venditori ambulanti comporta un certo grado di rischio, soprattutto per quanto riguarda insalate e cibi crudi. L'acqua del rubinetto si può bere nelle grandi città, ma ovunque c'è tanta acqua in bottiglia in vendita di cui si può essere totalmente sicuri.

L

Assaggiando la cucina marocchina. La cucina marocchina è a base di carne (di solito agnello o pollo), verdure, cous cous e una vasta scelta di pane. Ogni ricetta tende a portare sapori molto forti, e sicuramente fornisce al turista una bella esperienza gastronomica. Le zuppe sono molto popolari e spesso un pasto inizia con una zuppa ricca e speziata chiamata harira. Le zuppe di legumi, in particolare, sono spesso servite a colazione nei caffè. La bisara è un altro piatto popolare: è una ricca zuppa di ceci con olio d'oliva fresco versato sopra. L'altro piatto succulento marocchino è la famosa tajine (in pratica, si tratta di uno stufato), che prende il nome dal piatto - un pesante piatto di ceramica coperto - piuttosto che dal cibo stesso. Le tajine classiche sono generalmente realizzate con una generosa porzione di carne al centro del piatto circondata da verdure e frutta. Il piatto è fondamentale per il successo di una tajine, ed ha la funzione di rallentare la cottura con il coperchio. Le tajine di agnello sono in genere preparate con mandorle e prugne secche, mentre quelle di pollo con le olive verdi e il limone. Il couscous è il piatto più celebre del Marocco: semola grossa al vapore con verdure e spezie, servito con agnello o pollo. Tradizionalmente, il couscous è un piatto che non si dovrebbe trovare nei ristoranti, ma è il cibo che la gente del posto mangia in giorni particolari. Se volete mangiarlo al ristorante, ricordatevi di ordinarlo un paio d'ore prima di andare. La testa di agnello è un'altra prelibatezza locale, ma potrebbe scioccare il turista poco avventuroso. Yogurt, formaggi freschi e olive sono spuntini popolari accompagnati dai numerosi tipi di pane disponibili. Il tè alla menta è la bevanda nazionale e viene spesso offerto in segno di amicizia e durante la negoziazione sul prezzo nei negozi. I dolci speziati, talvolta con l'apparenza di dolci al cioccolato, potrebbero al loro assaggio ricordarvi bruscamente che siete in Marocco.

L

Consigli sul pernottamento. Il Marocco vanta una vasta gamma di hotel, di resort e di vari tipi di strutture ricettive e l'industria del turismo offre vari comfort, eleganza e convenienza. Inoltre, si tratta di una terra di sorprese. Nella parte vecchia delle città di Marrakech, Fez, Essaouira o in molte altre città affascinanti, troverete ottime pensioni dietro portoni anonimi nascosti nel dedalo di vicoli medievali, che rappresentano oasi di calma lontano dal trambusto della strada. Lontano dalla città, l'elemento sorpresa può essere ancora maggiore. L'alloggio può infatti essere essere una casa romantica sotto forma di una casbah di mattoni e fango che spunta fuori dal deserto e circondata da un tranquillo giardino di palme, oppure potrebbe essere un incantevole casa berbera, riccamente decorata con artigianato locale. Ci sono inoltre diversi ottimi hotel accessibili a un buon prezzo, adatti per chi non ama l'avventura o le sorprese romantiche. Gli hotel sono classificati secondo il sistema internazionale con 5 stelle (ad esempio nelle grandi città di Casablanca e Tangeri vi sono alcuni alberghi di lusso, tra cui gli hotel Ramada, Sheraton e Hyatt Regency), ma ci sono anche hotel locali più economici che sono senz'altro meno raccomandabili specie per quanto riguarda la pulizia e l'igiene. Se soggiornate a Marrakech, potete provare il Lorsya Riad, uno dei migliori alberghi della città, a un prezzo ragionevole perché è tutto incluso. Le camere sono pulite e il servizio è eccellente. Il Tasnime Dar è un altro famoso hotel a buon prezzo che offre agli ospiti l'emozione della casbah, e camere tranquille. Se soggiornate a Casablanca, potete provare l'Hotel Maamoura, specialmente se volete risparmiare, e il Casablanca Hotel Barcelo se siete in città per affari. A Tangeri potete soggiornare in Le Mirage, adatto per chi vuol vivere come un re ma a prezzi accessibili, e l'Hotel Nord-Pinus Tanger, un bel posto considerato un vero affare per gli standard che ha. 

 L



4- Alcune mete consigliate
L

La capitale Rabat. Nella pulita ed aperta città di Rabat, la capitale del Marocco, ci sono abbastanza cose da vedere da tenere un turista occupato per giorni. Vi sono resti di epoca romana, insediamenti fenici e greci, musei e belle spiagge. Rabat riflette la diversità di cultura derivante da un melting pot composto da africani, islamici, arabi, berberi ed europei. Nei secoli 17°, 18° e 19°, Rabat è stata una roccaforte dei pirati, che saccheggiavano migliaia di navi di ritorno in Europa da Asia, Africa Occidentale e Americhe. La città fu distrutta nel 1829 dopo che una nave austriaca fu attaccata dai pirati, episodio che scatenò un'offensiva austriaca. Rabat ha perso il suo ruolo di città portuale perché l'interramento eccessivo alla foce del fiume Regreg Bou rende difficile per le navi l'entrare in porto. Oggi, è diventata un centro importante per l'industria tessile e per l'industria di trasformazione alimentare, ed è famosa per gli oggetti d'artigianato, come ad esempio i tappeti. Potrete fare passeggiate solitarie ammirando le molte gemme di questo luogo magico: ad esempio i vecchi quartieri musulmani con le loro strade pittoresche, il Palazzo Reale (sede del re e del governo) e il grande Mausoleo del re (che ospita le tombe di re Mohammed V e dei suoi figli, il re Hassan II e il principe Abdallah), nonché la torre Hassan, un minareto incompleto di una moschea, che è la sua attrazione principale. Altri luoghi da vedere a Rabat includono: la Kasbah degli Oudaïa, una fortezza del 17° secolo costruita dai pirati andalusi, e la moschea Al-Mahdiyya, che ora ospita un palazzo costruito da Moulay Ismail, al cui interno si trova un museo di arte tradizionale; il Museo Archeologico, che si trova sulla stretta Rue al-Brihi; l'antico luogo di sepoltura chiamato Chellah o Sala Colonia, che si trova nella periferia e dove potrete ammirare superbi monumenti, graziosi giardini e rovine di epoca romana; l'antico Café Moorish; e, naturalmente, le sue meravigliose spiagge


Marrakech. Questa città offre un assaggio della vera vita quotidiana marocchina. L'incredibile, vasta piazza Djemma el Fna è un'esperienza indimenticabile, con le sue innumerevoli bancarelle ed i caffè intorno alla piazza che sono luoghi ideali per rilassarsi e osservare la scena, specie al tramonto, quando diventa un luogo di incontro cosmopolita per i turisti e la gente del posto, cordiale ed accogliente, e lo sfondo per un mix davvero sorprendente di mangiafuoco, incantatori di serpenti ed artisti di strada. Tra i monumenti e gli edifici storici di Marrakech da vedere, concentrati per lo più nella Medina, la "città vecchia", citiamo: le Tombe Saadiane del 16° secolo, in cui è sepolta la famiglia imperiale, superbe per i mosaici ed i giardini; la Moschea di Koutobia, con il suo splendido e imperdibile minareto; le possenti mura della Medina, risalenti al 13° secolo; le concerie vicino alla Porta di Bab ed-Debbagh, che offrono uno straordinario spaccato dell'epoca medievale; lo splendido palazzo Dar Si Said che ospita il Museo di Arte marocchino, il ben conservato palazzo del 16° secolo Ben Youssef Madrassa attaccato alla omonima Moschea; il Palazzo El Bahia, che era la residenza del Visir. La città è inoltre ideale per lo shopping. I souk sono mercati di strada che si snodano lungo il labirinto di strade adiacenti la piazza centrale in cui, contrattando con i venditori, si possono acquistare gioielli, metalli, spezie, tappeti, tessuti tinti, vestiti e molto altro ancora. I musei ed i giardini di Marrakech sono luoghi eccellenti per prendersi una pausa dal sole e dal sovraccarico dei sensi. Una delle attrazioni più accessibili al di fuori della Medina sono i Giardini Majorelle, un rifugio di tranquillità, e contengono anche il Museo di Arte Islamica, che dispone di belle arti tradizionali, tappeti, ceramiche e gioielli. Anche la cena in questa città sarà piacevole: qui i ristoranti sono eleganti e hanno un'atmosfera di romanticismo, e quelli sul tetto sono i più indimenticabili.


La Valle delle casbah. Una casbah è una sorta di cittadella, fatta di alti edifici con pareti di argilla mista a paglia. Storicamente, la casbah ha dato rifugio alla comunità di un intero villaggio, anche se oggi molte di esse non sono più abitate. Deserte o no, sono uno spettacolo affascinante, reso famoso da film come Lawrence d'Arabia, Gesù di Nazaret e, più di recente, Il gladiatore. La strada da Ouarzazate a Tineghir passa direttamente tra le centinaia di casbah che si trovano lungo la Valle del Dades, a nord-est di Ouarzazate tra le vette dell'Alto Atlante, e si estende per 150 km fino alla gola del Todra, presso Tineghir. Essa offre l'occasione di un tour spettacolare con un fuoristrada 4x4 attraverso paesaggi mozzafiato: deserto, villaggi, palme e, a sud, sfondi lunari. Vedrete bizzarre formazioni rocciose, luminose vallate con verdi palme e cime aspre in tutte le forme e colori alternate da piccoli villaggi tradizionali e panorami stupendi. In molti dei villaggi che incontrerete nella Valle del Dades - la più importante delle valli-oasi del Marocco, nota anche come "Valle delle Mille Casbah", in cui scorre il fiume Dades - vi sono centinaia di casbah occupate o abbandonate che vale la pena di esplorare con guide locali. La gente di questa regione è colorata negli abiti tipicamente berberi, disponibile e molto ospitale. Si può essere invitati nelle loro case per bere un tè alla menta o anche per mangiare con tutta la famiglia il rituale couscous. A Tineghir, prendete una strada di 20 km che vi porta attraverso la splendida valle del fiume Todra, tra zone lussureggianti di palme e ulivi, mandorli e alberi di melograno e una dozzina di villaggi prima di entrare nella gola del Todra, un canyon alto circa 900 metri. Due frontoni rocciosi a picco separati da uno stretto corridoio di soli venti metri di larghezza: uno spettacolo indimenticabile!


L
Homepage del sito "A SPASSO PER IL MONDO"

Parigi
Londra
Barcellona
Amsterdam Stoccolma Lisbona
Praga

Spagna
Francia
Germania
Inghilterra Repubblica Ceca Austria
Ungheria

Grecia
Slovenia
Croazia
Svizzera Marocco Tunisia
Egitto


Previsioni Meteo
Mappe satellitari
Calcolo itinerario
Situazione traffico Prenotazioni varie Informazioni utili
Foto e webcam

L

Scarica subito da qui il nuovo libro  
"VOLARE FACILE" 

Il libro per avere in pochi minuti un quadro completo e dettagliato
  di come risparmiare sui biglietti aerei e difendersi dai possibili problemi.


(162 pagine, 56 figure a colori)




RISPARMIA CENTINAIA DI EURO CON L'AIUTO DI QUESTA GUIDA!

Vai alla pagina con la descrizione e l'indice del libro cliccando qui





Scarica subito da qui il software  
"CONSUMI AUTO 1.0" 

Per abbattere la tua spesa di carburante e scoprire come si può viaggiare
in auto per andare in vacanza, ma spendendo meno conti alla mano.




l


  HOME Termini e Condizioni  |   Contatti


"A spasso per il... Marocco"
ti consente di risparmiare prenotando da qui la tua auto per il viaggio con

 

 
Interplanet, agente generale Hertz, ti offre le migliori tariffe di noleggio auto e una vasta gamma di veicoli tra cui minivan, cabrio e fuoristrada in tutto il mondo.

Per procedere alla prenotazione clicca qui o su "Prenota adesso"
 
Ultime Offerte

Affrettati e prenota in anticipo l’auto della flotta Hertz che desideri per le tue vacanze!
   
Avrai la tranquillità di trovare il veicolo che desideri al tuo arrivo.
Le tariffe vanno prepagate al momento della prenotazione e garantiscono un ampio risparmio.
È possibile cambiare la prenotazione in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo.
Le prenotazioni possono essere annullate entro 7 giorni senza penale contattando Interplanet GSA al numero 199.118855 oppure 02.67073195.
   
 

Regno Unito

Francia

 

Spagna

 

Stati Uniti

 

Italia

 

MIGLIORI
                                                          TARIFFE

Per maggiori informazioni fai riferimento ai Termini e Condizioni allegate.
 
 
 
VIVI IL TUO SOGNO DI VIAGGIO

Scegli tra i veicoli esclusivi della flotta FUN o PRESTIGE.
 

 
Le "migliori tariffe" sono calcolate sulla base delle tariffe standard prepagate Hertz per l'auto di categoria più piccola per 7 giorni in questo mese e sono disponibili solo presso determinate agenzie all'interno del paese indicato. I prezzi indicati sono da intendersi al giorno e sono soggetti a modifiche senza preavviso.
 
 
Questo servizio è offerto da
INTERPLANET SRL - Viale della Liberazione, 18 20124 - MILANO - ITALIA per conto di Hertz Europe Ltd
 

l

Attenzione!  L'autore, per ragioni di tempo, non può rispondere a eventuali richieste di informazioni supplementari o di chiarHomepageimenti relativi agli argomenti trattati in questo sito. Inoltre non si assume alcuna responsabilità riguardo le informazioni fornite, pur avendo posto la massima cura possibile nel verificarle. Sono invece ben accette tutte le segnalazioni di eventuali errori, delle quali ringrazia in anticipo.

                                                                       Copyright © 2015 Mario Menichella. Tutti i diritti sono riservati.