A spasso per... Nuova DelhiHomepage


1 - Cosa vedere
       Qutub Minar, Tomba di Humayun, Tempio del Loto
       Jama Mashjid, Rashtrapati Bhavan, Jantar Mantar
       Forte Rosso, Akshardham, Parco Zoologico

2 - Trasporti e consigli vari
       Come muoversi
       I "pass" per trasporti e musei
       In auto a Nuova Delhi

3 - Dove mangiare e dormire
       Consigli per i pasti
       Assaggiando la cucina indiana
       Consigli per il pernottamento

4 - I dintorni di Nuova Delhi
       Vrindavana
       Agra - Taj Mahal
       Il Parco di Sariska




"N
uova Delhi, capitale dell'India, è l'unione della Nuova città inaugurata nel 1931 dagli Inglesi come Capitale imperiale e della Vecchia Delhi, che è invece il cuore simbolico di questa vibrante metropoli, ricca di monumenti, mercati, arte e cultura."


1- Cosa vedere

Nuova Delhi in tre giorni.  Nuova Delhi e dintorni meritano senz'altro una visita di diversi giorni, se non addirittura di qualche settimana, per godersi con calma le bellezze locali. Ma per coloro che sono solo di passaggio o che non hanno molto tempo a disposizione, ecco un possibile itinerario (facilmente adattabile ai vostri gusti ed alle vostre esigenze specifiche) per vedere la città in soli tre giorni, ad esempio visitando le maggiori attrazioni turistiche in un romantico fine settimana lungo:


1 ° giorno: Qutub Minar, Tomba di Humayun, Tempio del Loto, Arco d'India

l

Qutub Minar, Tomba di Humayun: La mattina potete iniziare la visita della città dal Qutub Minar, il più alto minareto del Paese, completato nel 12° secolo, il quale attira molti visitatori desiderosi di salire fino in cima per la sua vista mozzafiato sulla zona circostante. Questa torre è alta più di 70 metri, pari a 5 piani, ed è coperta di sculture complicate che caratterizzano la storia di Qutub con iscrizioni del Corano. Il complesso comprende anche la Quwwat-ul-Islam Masjid, una moschea alla base della torre, varie tombe ed una colonna di ferro antica di 2000 anni, l'Alai Minar. Poi recatevi a Mathura Road, a Nizamuddin, a visitare la Humayun's Tomb, un alto mausoleo costruito in marmo bianco e pietra arenaria rossa. Fu progettato come prototipo del Taj Mahal di Agra ed è un ottimo esempio di architettura Moghul. Costruito alla metà del 16° secolo da Haji Begum come un memoriale all'anziana vedova di Humayun, la tomba è circondata da giardini formali e altre tombe, tra cui quella di Isa Khan, l'architetto del Taj Mahal.

Pranzo: Potete fare, per pranzo, un salto a Select Citywalk, un centro commerciale elegante situato in South Delhi, ideale per negozi, ristoranti e shopping. Ha una vasta selezione di marchi ben noti, oltre a un sacco di ristoranti e opzioni di intrattenimento, come un cinema multisala, un centro fitness e molto, molto di più.

Tempio del Loto, Arco d'India: Di pomeriggio, suggeriamo la visita del Tempio del Loto, che con i suoi nove lati e la splendida cupola centrale è un capolavoro architettonico. Costruito in cemento bianco e marmo, l'intera struttura si presenta delicata come il fiore cui assomiglia. Uscendo dalle circostanti nove piscine di acqua, sembra quasi come se potesse sbocciare in fiore da un momento all'altro. Costruito nel 1986, il tempio ha già attirato più di 80 milioni di visitatori, il che lo rende una delle attrazioni più visitate al mondo. Poi recatevi nel centro della città ad ammirare l'India Gate, un arco imponente che assomiglia al famoso Arco di Trionfo di Parigi. Si tratta di un magnifico arco in pietra costruito come un memoriale ai soldati indiani uccisi nella prima guerra mondiale. Una fiamma eterna brucia sotto la mole, e le sue pareti recano i nomi di più di 90.000 soldati che sono morti nel conflitto. La struttura domina il parco circostante e le sue fontane, una zona sempre occupata da folle di turisti e abitanti del posto per godersi un pic-nic o semplicemente rilassarsi.

Sera: La vita notturna si concentrata intorno a Piazza Connaught o nella prospera periferia sud. Molti bar di Delhi la sera si trasformano in ristoranti e locali notturni. Delhi offre anche una ricca miscela di musica, danza e spettacoli teatrali. I giornali locali, tra cui l'Hindustan Times e The Times of India portano quotidianamente un elenco di eventi settimanali.

L

2 ° giorno: Jama Masjid, Rashtrapati Bhavan, Gurudwara Bangla Sahib


Jama Masjid, Vecchia Delhi: La mattina visitate Jama Masjid, una delle più grandi moschee dell'India. Completata nel 1658, questa bella moschea dispone di tre porte, quattro torri angolari, e due minareti di 40 metri di altezza costruiti con arenaria rossa e marmo bianco e piacevolmente alternati a strisce verticali. I visitatori possono salire fino alla cima del minareto a sud per una veduta spettacolare della Vecchia Delhi, e poi visitare la grande piscina centrale usata per il lavaggio prima delle preghiere (i visitatori devono togliersi le scarpe e essere adeguatamente vestiti prima di entrare, e l'ingresso ai non musulmani non è consentito durante le preghiere). In seguito, visitate Chandni Chowk, l'arteria principale della Vecchia Delhi, una zona di mercato dedicata allo shopping e al mangiare. Di particolare interesse sono Naya Bazaar e Gadodial, famosi mercati di spezie, ricchi di prodotti.

Pranzo: Se volete provare prelibatezze del sud dell'India di buona qualità e poco costose, non c'è posto migliore della Cantina Andhra Bhavan. Situata nel cuore di Nuova Delhi, è nota in tutta la città proprio per il suo cibo economico ed è senza dubbio meritevole di una coda.

Rashtrapati Bhavan, Gurudwara Bangla Sahib, Osservatorio Jantar Mantar: Nel pomeriggio recatevi a Rajpath, il tradizionale viale cerimoniale di Nuova Delhi fiancheggiato da alberi, erba, e laghetti, che ospita all'estremità occidentale il Rashtrapati Bhavan, la residenza presidenziale ufficiale (un tempo del Viceré Britannico), uno dei più grandiosi edifici a Delhi, un eclettico mix di Mughal e di stili architettonici europei, che contiene circa 340 stanze riccamente decorate. Di particolare interesse è il nuovo Museo Bhavan Rashtrapati, che offre uno sguardo all'interno dell'edificio, con interessanti esposizioni relative ai presidenti del passato. Poi recatevi al Gurudwara Bangla Sahib - vicino Piazza Connaught: si tratta del più importante luogo di culto Sikh di Delhi, del 18° secolo. Importanti anche la sua magnifica piscina, il Sarovar, nel cuore di questo grande complesso con la sua galleria d'arte, così come la sua famosa cupola d'oro con pennone. Sempre vicino a Piazza Connaught, uno dei quartieri di affari più grandi e noti di Delhi, Jantar Mantar è uno dei cinque osservatori astronomici costruiti dal Maharajah Jai Singh I nel 1725, ed il relativo notevole edificio ha un'enorme meridiana, conosciuta come il Principe di quadranti.

Cena: Potete approfittare e cenare al Gurudwara Bangla Sahib. I visitatori sono sempre i benvenuti qui, e un pasto eccellente è disponibile a costo zero nella grande Cucina Gurdwara: tutto ciò che si chiede in cambio è che i capelli siano coperti e le scarpe tolte (foulard liberi e scarpiera vengono forniti).


3 ° giorno: Forte Rosso, Bazaar, Akshardham, Parco Zoologico

l

Forte Rosso, Bazaar Chhatta Chowk: La mattina potete visitare il bel Forte Rosso, fu costruito da Shah Jahan nel 1648 e servito come sede del potere Mughal fino al 1857. La struttura splendida, con le sue alte pareti di arenaria rossa, si estende su una superficie di più di due chilometri, la totalità dei quali è a forma di mezzaluna e circondata da un fossato. L'imponente ingresso principale, la Porta di Lahore, è così chiamato in quanto si affaccia verso Lahore in Pakistan, mentre l'ancora più grande Porta di Delhi è stato utilizzata dall'imperatore per le processioni cerimoniali. Entrando dalla porta di Lahore, i visitatori raggiungono Chhatta Chowk, un bazar coperto del 17° secolo, dove elementi come sete, gioielli, gemme e argenteria possono essere acquistato, insieme con souvenir e prodotti alimentari. Il Naubat Khana all'interno del Forte Rosso, una volta ospitava i musicisti che hanno suonato per l'imperatore, e le sue belle gallerie contengono ancora molti strumenti musicali interessanti, come timpani, gong e cembali.

Akshardham, Parco Zoologico Nazionale: Il pomeriggio potete visitare lo splendido tempio indù Akshardham, che sembra vecchio di secoli ma è stato completato nel 2007. Addobbato con intagli intricati ed elaborati, questo magnifico edificio attira numerosi visitatori per la sua maestosa bellezza. Di particolare rilievo sono i 234 pilastri decorati a sostegno delle sue nove cupole. Altre caratteristiche di interesse: un teatro che mostra un film sulla costruzione dell'edificio, un divertente giro in 15 minuti di barca raffigurante la ricca storia e la cultura diversa dell'India, e la spettacolare Yagnapurush Kund, una grande fontana musicale che è fantastica quando illuminata di notte. In alternativa, potete visitare il Parco Zoologico Nazionale, noto per essere uno dei migliori dell'Asia. Istituito nel 1959, fornisce un habitat per circa 1.500 animali e specie di uccelli. Di particolare rilievo sono numerosi gli scimpanzé dello zoo, insieme con ippopotami, scimmie ragno, zebre, iene, cervi, giaguari e tigri. Da non perdere il Complesso Rettili sotterraneo, che ospita una varietà di serpenti tra cui il micidiale cobra.




2- Trasporti e consigli vari

Come muoversi. Il trasporto locale è la linfa vitale della capitale di Nuova Delhi. Più della metà della popolazione a Delhi è dipendente dal trasporto locale per scopi di pendolarismo. I mezzi e le modalità di trasporto a Nuova Delhi sono molti: treni della metropolitana, treni locali, autobus, taxi, auto-risciò. L'orgoglio della capitale è la 'Delhi Metro', un sistema di trasporto rapido in grado di servire Delhi, Gurgaon e Noida nel territorio della capitale nazionale di Nuova Delhi. Questa metropolitana è nota per i suoi standard di livello mondiale in materia di sicurezza, affidabilità, puntualità e comfort. Ha una combinazione di linee elevata, in superficie e sotterranee ed utilizza sia lo scartamento largo sia lo scartamento del normale materiale rotabile. Uno dei modi più economici di trasporto a Nuova Delhi è costituito dagli autobus CNG ecocompatibili. La Delhi Transport Corporation ha infatti la più grande flotta al mondo di trasporto pubblico che utilizza un combustibile pulito come il metano. Le auto-risciò sono un ottimo modo per vedere una città. Sono meno costose dei taxi e, a differenza degli autobus, vi porteranno fino alla vostra esatta destinazione. Le tariffe di pagamento da parte degli operatori delle auto-risciò per il territorio di Delhi sono fissate come segue: Rs 25 per i prima 2 km e, successivamente, Rs. 8 a chilometro per ogni chilometro aggiuntivo. Il sovrapprezzo notturno è del 25% nell'orario: 23-05:00. La tariffa per l'attesa è di Rs 30 per ora o frazione (salvo un minimo di 15 minuti). La tariffa per il bagaglio è di Rs. 7.50 (saranno addebitati come oneri bagagli aggiuntivi, mentre il conducente non deve addebitare nulla per la borsa della spesa o per una piccola valigia). Nuova Delhi è l'unica città dell'India, che ha i taxi che funzionano solo con gas naturale compresso. Per chiamare un taxi, normalmente basta solo aspettare per la strada o andare in luoghi chiamati taxi stand. Le tariffe applicate dagli operatori taxi sono: Rs 25 per il primo chilometro  e, successivamente, Rs. 14.00 al chilometro per i taxi non-AC e Rs. 16.00 al chilometro per i taxi a corrente alternata, per ogni chilometro aggiuntivo; Rs. 10 per bagagli aggiuntivi. Di notte c'è un sovrapprezzo del 25%.


I "pass" per trasporti e musei.  Purtroppo, Nuova Delhi è una delle pochissime grandi città del mondo le cui informazioni fornite online sul proprio sistema di trasporto sono davvero scadenti e lacunose, in linea, ahimé, con i bassissimi standard di questo Paese anche nel settore della sicurezza stradale e dell'igiene in campo alimentare. Comunque, da quel poco che ai non indiani è dato sapere, le tariffe degli autobus pubblici sono, a parte una diversa tariffa per bambini (di età da 5 a 12 anni), per gli adulti: fino a 4 chilometri Rs. 5.00 (Rs. 3.00 per i bambini): da 4 chilometri a 10 chilometri Rs.10.00 (Rs. 5.00 per i bambini); sopra 10 chilometri Rs.15.00 (Rs. 8.00 per i bambini). Per quanto riguarda invece la metropolitana, esistono delle card, più convenienti per i pendolari o chi fa uso frequente della metro. Una card è elettronica ed ha il valore memorizzato. Il valore minimo di ricarica di una card di viaggio è Rs. 100 e il massimo è Rs. 1000. La ricarica successiva sarà in multipli di Rs. 50, rimborsabile alla restituzione della card stessa. La validità è di un anno a partire dalla data di acquisto o di un anno dalla data di ricarica, se successiva. Per il rinnovo non c'è nessun costo aggiuntivo. Vi è la possibilità di controllare l'importo presente sulla card: sistemi di lettura automatici sono presenti in tutte le stazioni della metropolitana. Esiste anche una Tourist Card adatta per viaggi illimitati su brevi periodi. Ci sono due tipi di tourist card: da 1 giorno e da 3 giorni. Il costo della Card 1-giorno: Rs 100. Il costo della Card 3-giorni: Rs 250. C'è un deposito cauzionale di Rs 50 da pagare al momento dell'acquisto (da restituire in caso di ritorno indietro della carta). Si noti che questa Tourist Card è valida solo per la metropolitana, non per gli autobus. Ogni stazione ha un customer service dove si possono acquistare. Anche la metro per l'aeroporto ha un suo proprio sistema di bigliettazione. Purtroppo Nuova Delhi è una delle poche grandi città del mondo a non avere un Museum Pass per i turisti, per cui vi tocca pagare l'ingresso ai singoli musei, con tutte le file connesse. Certamente non il modo migliore per favorire il turismo!
l.L

In auto a Nuova Delhi. Guidare in Nuova Delhi è un mestiere specializzato che richiede conoscenze, abilità manuale, un tempo di reazione rapido, e una prospettiva filosofica unica. Fiumi di automobili, camion, autobus, scooter, elefanti, mucche, biciclette, risciò tre risciò motorizzati a ruote (Tuk Tuk), a tre ruote, e pedoni fluiscono in avanti. Ognuna di queste entità condivide un obiettivo comune, spostarsi da un luogo ad un altro. Come realizzano il loro obiettivo è però scioccante per i guidatori occidentali. Il senso di spazio personale per un veicolo è misurato in pollici: nel corso di una sosta, i veicoli sono pochissimi pollici distanti l'uno dall'altro in ogni direzione. Poche auto a Nuova Delhi hanno gli specchietti laterali, che impedirebbero l'intimità tra i veicoli. In India la guida è a sinistra, ed è necessario un Permesso di guida internazionale, che può essere richiesto alla Motorizzazione qui in Italia. Se siete uno spirito avventuroso, guida in India potrebbe darvi il brivido che state cercando. In caso contrario, dovrete essere un guidatore professionista per muovervi attraverso le strade congestionate indiane con le loro regole non scritte. La guida è piuttosto pericolosa, in particolare nelle città indiane. La nazione detiene il record mondiale di morti coinvolti i incidenti stradali. Molti automobilisti non obbediscono al Codice della Strada. Ci sono pochissimi passaggi pedonali, il che rende sia la guida in India sia la vita dei pedoni e dei ciclisti piuttosto pericolosa. Se non si vuole fare affidamento sui mezzi pubblici per andare in giro, si consiglia vivamente di assumere un autista che abbia un paio di anni di esperienza. A causa dei bassi salari dell'India, questi autisti sono accessibili. Guidare in India richiede di condividere la strada con risciò, camion, ciclomotori, decine di altre auto, e animali. Buche, interruttori di velocità, cereali, pezzi di vetro, e sterco di vacca sono solo alcune delle cose che si possono trovare sulla strada durante la guida in India. Molte automobili giocano al 'pollo' durante la guida, il che significa che guidano in mezzo alla strada, sfidando il traffico in arrivo a muoversi nel fosso. Cercate di non essere coinvolti in questo gioco, altrimenti basta guardare lontano e sperare per il meglio! Il limite di velocità sulle autostrade Delhi-Agra Highway, Delhi-Jaipur Highway, Delhi-Chandigard è di 80 km/h. Le autostrade indiane si stanno muovendo da un pagamento tradizionale del pedaggio verso uno elettronico.




3- Dove mangiare e dormire
L

Consigli per i pasti. In India ogni città ha il suo stile unico e le specialità da esplorare. Il modo più sicuro per mangiare in India è quello di non mangiare mai da venditori sulla strada e visitare solo i ristoranti di classe che sono "puliti". Spesso gli alberghi a 4 o 5 stelle possono essere la soluzione migliore per avere alimenti sicuri. Può essere divertente visitare un ristorante locale e mangiare un assaggio a vostra scelta di vari piatti per appena Rs 50 (1 euro): infatti molti ristoranti indiani sono del tipo "tutto ciò che puoi mangiare" e prezzo fisso, quindi del tutto indipendente dalla quantità di cibo consumato. Tuttavia assaggiare il cibo di strada è una delle gioie di un viaggio in India. Per evitare problemi di stomaco, prendetevi un paio di giorni per adattarvi alla cucina locale, soprattutto se non siete abituati al cibo piccante: se all'inizio mangiate all'improvviso troppo speziato può venirvi la gastroenterite (le spezie agiscono come in blando lassativo). Adottate la regola di seguire la folla: se la gente del posto evitan un particolare venditore, fatelo anche voi. Qualsiasi luogo frequentato da famiglie sarà probabilmente la soluzione più sicura. Controllare come e dove il venditore tiene pulite le stoviglie, e come e dove il cibo è coperto. Se il fornitore cucina con l'olio, controllate che sia pulito. A meno che un posto non sia rispettabile (e affollato), è meglio evitare di mangiare carne di strada. Anche mangiare la lattuga è una cattiva idea, e in generale mangiate per strada solo cibi cotti, se non volete rischiare di correre al bagno dopo qualche ora. Lo standard di igiene nelle bancarelle di succo (ad es. di canna da zucchero) è selvaggiamente variabile, specie in zone di campagna, quindi cautela. Non siate tentati da scintillanti melone pre-affettato e altri frutti, che possono apparire lussureggiante grazie ad acqua spesso dubbia. Lo stesso vale per il gelato. Più si è lontani da una grande città con una buona infrastruttura più è probabile che la catena del freddo stata interrotta da qualche parte e batteri o salmonella potrebbe aver rovinato il gelato. In caso di necessità, i probiotici permettono di aumentare i batteri buoni nel vostro stomaco, migliorare la digestione e aumentare l'immunità naturale, mentre compresse di carbone sono un modo incredibilmente efficace per fermare la diarrea e la dissenteria.

L

Assaggiando la cucina indiana. L'India è un Paese che è famoso per la sua bellezza paesaggistica, la cultura, la tradizione, la diversità linguistica e soprattutto il cibo. Quindi forse è il cibo che fa sì che la gente vi torni. La cucina indiana comprende una vasta gamma di piatti incredibilmente deliziosi come tutti i tipi di verdure al curry, piatti incredibili a base di pane, riso, lenticchie, formaggi freschi, frutta e dolci squisiti a base di latte, zucchero e grano. La maggior parte degli indiani sono lacto-vegetariani anche se alcune persone mangiano pollo o pesce, ma raramente la carne rossa. Ecco alcuni piatti consigliati. L'Idlis e Sambar è una torta indiana saporita fatta al vapore con una pastella di lenticchie nere fermentate e riso, e di solito servito con sambar, che è uno stufato di verdure. Questo è uno dei più famosi piatti indiani del sud. Il Mughlai è un elaborato buffet di piatti principali con un vasto assortimento di contorni. A mangiare cibo Mughlai, si può avere un'idea delle spezie macinate. Una volta assaggiato il cibo Mughlai, si sognerà di averlo di nuovo. Troverete più di frequente due tipi di salse: rossa e verde. La rosso è il tamarindo, che è sia dolce e aspro. Il verde è in genere o menta o coriandolo. Le salse sono ottime sul naan, soffici fette di pane. L'Aloo Paratha è una focaccia indiana a base di grano intero farcita con patate e vari altri ripieni. E' il piatto preferito dei punjabi, molto grasso ma delizioso da mangiare, spesso a colazione. Il pollo al curry è uno dei piatti di pollo indiani famosi e piccanti, molto semplice ma delizioso. Il Pollo Kolhapuri è uno dei polli al curry più piccanti in India. Potete anche optare per un pollo tandori, un pollo arrosto  il cui colore rosso-arancio brillante proviene dalle spezie: curcuma, pepe di cayenna, chili in polvere e paprika. Il Masala di Chana è un piatto vegetariano di piccoli ceci ("Chana") stufati in una miscela di pomodori tritati, cipolle e spezie tra cui aglio, peperoncini e garam masala (una miscela di curry coni pepe, chiodi di garofano, cannella, cumino e cardamomo). Come dessert, assaggiate il Gulab Jamun e il kheer: il primo sono palline di pasta fritte e poi ricoperte con una glassa di sciroppo con acqua di rose, mentre il kheer è un budino di riso adottato come dessert in decine di diverse cucine.

L

Consigli sul pernottamento. Quando si tratta di trovare un alloggio India, si può spendere poco o tanto, quanto volete: da 2 a 2000 euro a notte e oltre. La fascia media è dove si ottiene il miglior rapporto qualità-prezzo, ma se il vostro budget lo permette troverete i lussuosi hotel a cinque stelle del gruppo indiano Taj (tajhotels.com), che è di classe mondiale. I soggiorni in hotel "boutique" stanno diventando popolari. A Delhi, uno fra i preferiti è The Rose, ed è parte galleria d'arte, negozio e bar, parte favoloso ma semplice hotel. Pensate a pareti bianche, un arredamento di semplice peluche, tonnellate di luce e vista sul giardino di rose adiacente, per circa 80 euro a notte. A Udaipur, un altro favorito è l'Hotel Madri Haveli (madrihaveli.com) che ha 300 anni e dispone di 14 splendide camere boutique, ognuna con vetrate, archi del Rajasthan e lettini (una camera deluxe costa circa 60 euro a notte). Gli alloggi economici costano grosso modo da 5 a 15 euro a notte, specie se trattate un po'. Non avete bisogno di stare in stanze umide, buie, e deprimenti. Se una sistemazione non soddisfa le proprie esigenze, cercatene un'altra, ci sono un sacco di opzioni. Si sentono storie di orrore di persone per camere disgustose trovate in India, ma poi uno chiede "bene, perché hai dormito lì?». Ci sarà sempre una camera decente e probabilmente una molto bella e ancora che rientra nel vostro budget. Se siete nelle grandi città potrebbe essere necessario spendere circa 25 euro per ottenere una bella camera pulita. Con Agoda, poi, potete prenotare camere in India per soli 5 euro grazie a sconti impressionante su ostelli, alberghi, camere e dormitori. In tutto il Kerala (e pochi altri posti), la gente sta convertendo stanze delle loro case in camere per i turisti in affitto, a prezzi incredibilmente ragionevoli. Gli ospiti condividono gli spazi pubblici con la famiglia, che vive in casa, e spesso cena con loro. Molti di questi sono in case bellissime case ed i loro proprietari sono estremamente ospitali. E' un buon modo di interagire con una famiglia indiana e avere un assaggio della cultura locale e della cucina (www.homestaykerala.com, per esempio, ha un ampio elenco di tali proprietà). Soggiornare in un palazzo medievale o fortezza è una scelta unica e meravigliosa tra le sistemazioni in India (in particolare nel Rajasthan). Molti sono state costruite secoli fa, quindi non sono lussuosi, ma vale la pena di verificare le strutture disponibili su www.heritagehotels.com, prenotabili attraverso WelcomHeritage (www.welcomheritagehotels.com)

 




4- I dintorni di Nuova Delhi
L

Vrindavana. Un'interessante gita di un giorno da Nuova Delhi è Vrindavana. Situata a 142 chilometri da Delhi, questo piccolo villaggio storico è una meta sacra relativa al Signore Krishna. Potete visitare questa destinazione tramite 2 ore di auto o anche giungendovi con il treno (è a soli 17 Km dalla stazione ferroviaria di Mathura, che è la via più facile da prendere). In piedi sulle rive del fiume Yamuna, questa città di pellegrinaggio appagherà senz'altro il vostro appetito spirituale o quanto meno la vostra curiosità di turisti. E' infatti letteralmente piena di templi dedicati a Krishna, e altre strutture mitologiche, tra cui il tempio Iskon, il tempio Mirabai, il tempio Gokulnanda, il tempio Radha Raman, Vrindavan Dham, etc. Il villaggio di Vrindavana è dove il giovane Krishna si dice che sia cresciuto. I pellegrini si affollano qui da tutta l'India e, nel caso della comunità Hare Krishna, da tutto il mondo. Decine di templi, antichi e moderni, costellano il territorio. Essi sono disponibili in tutte le forme e dimensioni, per un totale di circa 5000, e molti hanno delle proprie peculiarità uniche. Se c'è un tempio a Vrindavana che può essere considerato come un capolavoro architettonico questo è il Tempio Shahji, che venne alla luce nel corso dell'anno 1876. Il tempio stesso suggerisce come un palazzo destinato alla residenza divina di Radha e Krishna. Il Tempio Sri Sri Radha Madana Mohana è stato inaugurato nel 1580 su una collina di 50 piedi chiamata Dvadasaditya Tila, ed è stato il primo tempio ad essere costruito a Vrindavana, che a quel tempo era solo un bosco. Il tempio Radha Raman è uno dei templi di più squisita fattura e fra i più venerati di Vrindavana. Il Tempio Sri Radha Govindaji è la più spettacolare opera d'arte devozionale che gli occhi possono vedere. Il Tempio di Banke-Bihari è uno dei templi più famosi di Vrindavana e famosa in tutta l'India, è stato costruito nel 1864. L'inverno è il momento migliore per fare questa che è una delle migliori gite di un giorno da Delhi. Proprio accanto a Vrindavana si trova la città di Mathura, il luogo di nascita del Signore Krishna e un'altra meta culturalmente ricca


Agra. A solo 3 ore e 15 minuti di auto da Nuova Delhi, Agra - che si trova vicino al fiume Yamuna, nello stato settentrionale Uttah Pradesh - costituisce probabilmente la più affascinante gita di un giorno da Delhi. E' infatti sede di una delle sette meraviglie del mondo, il Taj Mahal, e di tante altre magnifiche strutture tra cui il Forte di Agra, più altre strutture Mughal. La città si trova a poche ore di auto da Delhi, ed è parte della ricca storia dell'India dal 1000 a.C. in poi. La città è stata citata la prima volta come 'Agra' dal filosofo greco Tolomeo nel 200 d.C. La città è salita alla ribalta come capitale dell'Impero Mughal nel 16° secolo. Molti dei siti del patrimonio della città risalgono a questo periodo, tra cui lo splendente Taj Mahal. Il Taj Mahal - divenuto di fatto l'emblema turistico dell'India - è un immenso mausoleo di marmo bianco, costruito in Agra tra il 1631 e il 1648 per ordine dell'imperatore Mughal Shah Jahan in memoria della moglie preferita, la cui scomparsa lo aveva profondamente addolorato. Il Taj Mahal è il gioiello dell'arte musulmana in India e uno dei capolavori universalmente ammirati del mondo. Le strade di Agra sono costellate di edifici antichi esistenti in felice armonia con i moderni negozi e le case. Dalle sue bella opera d'arte agli intarsi in marmo per i suoi deliziosi negozi di dolci, la città offre molto al visitatore. Altro mausoleo della città, più piccolo e discreto è quello fatto erigere da Nur Jahan, poetessa persiana, per il padre Itimad Ud Daulah, primo ministro durante l'impero di Jahanghir. Vicino ai giardini del Taj Mahal sorge l'importante monumento Mughal del 16° secolo noto come il Forte Rosso di Agra. Questo potente fortezza di arenaria rossa comprende, entro i suoi 2,5 km di lunghezza dei muri di cinta, la città imperiale dei governanti Mughal. Si compone di molti palazzi da fiaba, come il Palazzo Jahangir e il Khas Mahal, costruito da Shah Jahan; sale per il pubblico, come le Diwan-i-Khas; e due moschee molto belle. È possibile raggiungere Agra in autobus o in treno la mattina presto, se si vuole tornare di notte tramite un treno serale. Il periodo migliore per visitare Agra è durante l'inverno o in primavera.


Il Parco di Sariska. Se volete una vacanza semplice ma avventurosa, andate ad Alwar, dove troverete il Parco Nazionale di Sariska, una delle più famose riserve, che ospita molte specie in via di estinzione. Il momento giusto per visitare Alwar & Sariska è febbraio e marzo. Sariska ospita boschi, paesaggi rocciosi, foreste secche, rocce, erbe e scogliere collinari. Questa zona era una riserva di caccia dello stato di Alwar ed è stata dichiarata riserva naturale nel 1955. Nel 1978, le è stato attribuito lo status di una riserva di tigri che lo rende una parte del Progetto Tigre dell'India. L'attuale area del parco è 866 kmq. Il parco è situato 200 km da Nuova Delhi. La caratteristica più interessante di questa riserva è sempre stata la sua tigre del Bengala.Inoltre, comprende molte specie  selvatiche, come il leopardo, il gatto della giungla, la iena striata, lo sciacallo dorato, le antilopi a quattro corna, le scimmie rhesus. La riserva è anche la posizione di diversi siti di importanza storica, come il forte Kankwadi del 16° secolo, originariamente costruito da Jai Singh II, che si trova vicino al centro del parco. L'imperatore Mughal Aurangzeb vi ha per un periodo incarcerato suo fratello Dara Shikoh nella lotta per diventare re. Pandupol, sulle colline al centro della riserva, ospita il tempio Hanuman, che è un luogo di pellegrinaggio. L'area ha anche edifici connessi con i re di Alwar come lo spettacolare Palazzo Sariska, che è stato usato come una residenza di caccia reale dai Maharaja. Il grande Palazzo Sariska fu costruito nel 1892 d.C. ed ora si erge ancora orgogliosamente con il suo passato d'oro. Il motivo principale per costruire questo palazzo fu che la Mahraja di Alwar volle commemorare la visita del figlio della regina Vittoria Duca di Connaught. Il palazzo si trova vicino al Sariska Wildlife Sanctuary. Questa residenza di caccia reale è ora trasformata in un hotel storico, che offre un soggiorno piacevole e un'esperienza decisamente indimenticabile.

l

Homepage del sito "A SPASSO PER IL MONDO"

Madrid
Vienna
Atene
Berlino Copenaghen Bruxelles
Oslo

Helsinki
Istanbul
Mosca
Pechino Tokyo Bangkok
Nuova Delhi

Buenos Aires
Rio de Janeiro
L'Avana
Città del Messico
Montreal Città del Capo
Sydney


Previsioni Meteo
Mappe satellitari
Calcolo itinerario
Situazione traffico Prenotazioni varie Informazioni utili
Foto e webcam

l

Scarica subito da qui il nuovo libro  
"VOLARE FACILE" 

Il libro per avere in pochi minuti un quadro completo e dettagliato
  di come risparmiare sui biglietti aerei e difendersi dai possibili problemi.


(162 pagine, 56 figure a colori)




RISPARMIA CENTINAIA DI EURO CON L'AIUTO DI QUESTA GUIDA!

Vai alla pagina con la descrizione e l'indice del libro cliccando qui





Scarica subito da qui il software  
"CONSUMI AUTO 1.0" 

Per abbattere la tua spesa di carburante e scoprire come si può viaggiare
in auto per andare in vacanza, ma spendendo meno conti alla mano.




l


  HOME Termini e Condizioni  |   Contatti


"A spasso per... Nuova Delhi"
ti consente di risparmiare prenotando da qui la tua auto per il viaggio con

 

 
Interplanet, agente generale Hertz, ti offre le migliori tariffe di noleggio auto e una vasta gamma di veicoli tra cui minivan, cabrio e fuoristrada in tutto il mondo.

Per procedere alla prenotazione clicca qui o su "Prenota adesso"
 
Ultime Offerte

Affrettati e prenota in anticipo l’auto della flotta Hertz che desideri per le tue vacanze!
   
Avrai la tranquillità di trovare il veicolo che desideri al tuo arrivo.
Le tariffe vanno prepagate al momento della prenotazione e garantiscono un ampio risparmio.
È possibile cambiare la prenotazione in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo.
Le prenotazioni possono essere annullate entro 7 giorni senza penale contattando Interplanet GSA al numero 199.118855 oppure 02.67073195.
   
 

Regno Unito

Francia

 

Spagna

 

Stati Uniti

 

Italia

 

MIGLIORI
                                                          TARIFFE

Per maggiori informazioni fai riferimento ai Termini e Condizioni allegate.
 
 
 
VIVI IL TUO SOGNO DI VIAGGIO

Scegli tra i veicoli esclusivi della flotta FUN o PRESTIGE.
 

 
Le "migliori tariffe" sono calcolate sulla base delle tariffe standard prepagate Hertz per l'auto di categoria più piccola per 7 giorni in questo mese e sono disponibili solo presso determinate agenzie all'interno del paese indicato. I prezzi indicati sono da intendersi al giorno e sono soggetti a modifiche senza preavviso.
 
 
Questo servizio è offerto da
INTERPLANET SRL - Viale della Liberazione, 18 20124 - MILANO - ITALIA per conto di Hertz Europe Ltd
 

l

Attenzione!  L'autore, per ragioni di tempo, non può rispondere a eventuali richieste di informazioni supplementari o di chiarHomepageimenti relativi agli argomenti trattati in questo sito. Inoltre non si assume alcuna responsabilità riguardo le informazioni fornite, pur avendo posto la massima cura possibile nel verificarle. Sono invece ben accette tutte le segnalazioni di eventuali errori, delle quali ringrazia in anticipo.

                                                                       Copyright © 2019 Mario Menichella. Tutti i diritti sono riservati.